Archivio Legislativo

Dettaglio Notizia
DataAttoTitoloG.U.
08/02/2017DeterminaGraduatoria regionale dei Fornitori Servizi Media Audiovisivi (regioni Campania per il servizio digitale terrestre oggetto del Bando del 2 maggio 2016. Pubblicazione delle determina 7 febbraio 2017 a rettifica e integrazione delle precedenti.
FonteMateria
Ministero dello Sviluppo Economico - Comunicazionicapacità tramissiva tv locali
Descrizione
Si segnala che nella giornata di ieri  è stata pubblicata sul sito internet del Mise - Comunicazioni la determina ministeriale 7 febbraio 2017 (che si allega)  della DGSCERP richiamata in epigrafe. Il provvedimento ministeriale riporta in premessa che sì è resa necessaria la pubblicazione di un nuova graduatoria dei FSMA utilmente collocati anche a seguito di controlli effettuati dall’Amministrazione che hanno rilevato errori ed inesattezze nella graduatoria di cui alla precedente delibera del 21 dicembre 2016. Pertanto la  graduatoria dei soggetti utilmente collocati nella regione Campania  di cui alla determina del 21 dicembre 2016 viene sostituita con quella allegata alla presente determina. I FSMA presenti nell’elenco sulla base della posizione conseguita in graduatoria, saranno destinatari della capacità trasmissiva richiesta e confermata messa a disposizione dall’aggiudicatario della frequenza coordinata  CH 6 VHF, nonché dai titolari delle frequenze coordinate CH 21 UHF per la provincia di Salerno e CH 35 UHF per l’intera regione . Ai sensi dell’art. 2, comma 3, del bando una frazione della capacità trasmissiva, al massimo pari al 25% del totale, verrà destinata prioritariamente a soggetti che attualmente operano su bacini inferiori a quello regionale, fino al raggiungimento della quota del 25%della capacità trasmissiva o all’esaurimento dei marchi non regionali, sulla base della posizione in graduatoria. Ai sensi dell’6, comma 9 sexies del dl. 145/13 e s.m.i. i FSMA che utilizzeranno la capacità trasmissiva per un determinato marchio, non potranno trasmettere nel medesimo bacino lo stesso marchio utilizzando altre frequenze. Pertanto i soggetti che hanno manifestato la volontà di utilizzare la capacità trasmissiva delle frequenze coordinate per trasmettere il marchio per il quale si sono utilmente collocate in graduatoria , non potranno, qualora titolari di diritto d’uso di una frequenza digitale trasmettere nella medesima regione quel marchio, ma dovranno mettere a disposizione la propria capacità trasmissiva a favore dei FSMA. Il Mise, ai sensi dell’art. 2, comma 4, del bando procederà, qualora vi fossero FSMA che, pur rientrando in posizione utile nelle graduatorie, non riescono a trovare un accordo per acquisire capacità trasmissiva idonea al trasporto dei loro programmi con gli operatori di rete titolari delle frequenze assegnate, ad associare la domanda di tali fornitori agli operatori di rete locali, in base alla disponibilità residua di capacità trasmissiva e in base alla posizione in graduatoria nel rispetto delle condizioni economiche e dei prezzi offerti ai sensi della Delibera AGCOM 622/15/CONS. Avverso la determina è ammesso ricorso in sede giurisdizionale al Tar del Lazio o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica ai sensi di legge. Si segnala che nella giornata di ieri  è stata pubblicata sul sito internet del Mise - Comunicazioni la determina ministeriale 7 febbraio 2017 (che si allega)  della DGSCERP richiamata in epigrafe. Il provvedimento ministeriale riporta in premessa che sì è resa necessaria la pubblicazione di un nuova graduatoria dei FSMA utilmente collocati anche a seguito di controlli effettuati dall’Amministrazione che hanno rilevato errori ed inesattezze nella graduatoria di cui alla precedente delibera del 21 dicembre 2016. Pertanto la  graduatoria dei soggetti utilmente collocati nella regione Campania  di cui alla determina del 21 dicembre 2016 viene sostituita con quella allegata alla presente determina. I FSMA presenti nell’elenco sulla base della posizione conseguita in graduatoria, saranno destinatari della capacità trasmissiva richiesta e confermata messa a disposizione dall’aggiudicatario della frequenza coordinata  CH 6 VHF, nonché dai titolari delle frequenze coordinate CH 21 UHF per la provincia di Salerno e CH 35 UHF per l’intera regione . Ai sensi dell’art. 2, comma 3, del bando una frazione della capacità trasmissiva, al massimo pari al 25% del totale, verrà destinata prioritariamente a soggetti che attualmente operano su bacini inferiori a quello regionale, fino al raggiungimento della quota del 25%della capacità trasmissiva o all’esaurimento dei marchi non regionali, sulla base della posizione in graduatoria. Ai sensi dell’6, comma 9 sexies del dl. 145/13 e s.m.i. i FSMA che utilizzeranno la capacità trasmissiva per un determinato marchio, non potranno trasmettere nel medesimo bacino lo stesso marchio utilizzando altre frequenze. Pertanto i soggetti che hanno manifestato la volontà di utilizzare la capacità trasmissiva delle frequenze coordinate per trasmettere il marchio per il quale si sono utilmente collocate in graduatoria , non potranno, qualora titolari di diritto d’uso di una frequenza digitale trasmettere nella medesima regione quel marchio, ma dovranno mettere a disposizione la propria capacità trasmissiva a favore dei FSMA. Il Mise, ai sensi dell’art. 2, comma 4, del bando procederà, qualora vi fossero FSMA che, pur rientrando in posizione utile nelle graduatorie, non riescono a trovare un accordo per acquisire capacità trasmissiva idonea al trasporto dei loro programmi con gli operatori di rete titolari delle frequenze assegnate, ad associare la domanda di tali fornitori agli operatori di rete locali, in base alla disponibilità residua di capacità trasmissiva e in base alla posizione in graduatoria nel rispetto delle condizioni economiche e dei prezzi offerti ai sensi della Delibera AGCOM 622/15/CONS. Avverso la determina è ammesso ricorso in sede giurisdizionale al Tar del Lazio o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica ai sensi di legge.
Allegati
Determina-FSMA-7-2-2017-Campania-rettifica.pdf