Glossario

# A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
There are 15 names in this directory beginning with the letter D.
DAB, Digital Audio Broadcasting
Standard per la trasmissione di segnali audio digitali.

Datacast
Tecnologia per la trasmissione di dati verso gruppi di utenti attraverso reti analogiche o digitali.

DMB, Digital Multimedia Broadcasting
Standard (della famiglia DAB) per la trasmissione di segnali audio e video per la radio digitale.

Dolby Digital
Ora noto come AC3 5.1, è un sistema proprietario che rappresenta lo standard della riproduzione Home Cinema. Si contano sei canali audio, 5+1. I due canali posteriori, stereo, sono in grado di riprodurre l’intera banda audio. Per poter usufruire di questa tecnologia sono necessari sia un ricevitore sia un amplificatore AC3.

Dolby Digital +
Anche noto come AC3+ 7.1, può fornire 7+1 canali e un’elevata qualità audio; rispetto all’AC3 precedente aggiunge due nuovi canali, quelli laterali. Supporta un bit rate massimo di 6 Mb/s; nei dischi Blu-ray si usa fino a 1,7 Mb/s.

DRM (Digital Rights Management)
Sistema di protezione dei contenuti audiovisivi che garantisce i diritti di proprietà intellettuale, attraverso la tracciabilità dei contenuti e l’identificazione dei fruitori.

DTH, Direct To Home
Indica la televisione digitale satellitare che permette la ricezione di segnali televisivi tramite apparecchi satellitari.

DTT (Digital Terrestrial Television) o DVB-T
Indica la televisione digitale terrestre, Sistema di trasmissione dei segnali televisivi tramite reti frequenziali digitali terresti.

DVB-C, Digital Video Broadcasting over cable
Standard emanato dal consorzio internazionale DVB per la radiodiffusione della TV digitale via cavo. Noto anche come “piattaforma digitale via cavo” o “digitale via cavo”. La ricezione di segnali DVB-C si effettua con lo stesso impianto tradizionalmente dedicato alla TV via cavo analogica. Molto diffuso negli Stati Uniti e in Giappone, non esiste in Italia.

DVB-H, Digital Video Broadcasting – Handheld
È uno standard derivato dal DVB-T utilizzato per la trasmissione di segnali televisivi digitali a dispositivi mobili quali smartphone e palmari.

DVB-S, Digital Video Broadcasting over Satellite
Standard emanato dal consorzio internazionale DVB per la radiodiffusione della TV digitale da satellite. Noto anche come “piattaforma satellitare digitale” o “digitale via satellite”. Per ricevere tale segnale occorre un’antenna parabolica.

DVB-S2
Evoluzione del sistema DVB-S, messo a punto per aumentare fino al 50% l’efficienza della trasmissione di flussi digitali.

DVB-T, Digital Video Broadcasting over Terrestrial Network
È lo standard del consorzio internazionale DVB per la trasmissione televisiva digitale terrestre approvato e pubblicato dall’ETSI (European Telecommunications Standards Institute). Noto anche come “piattaforma digitale terrestre” o “digitale terrestre”. La ricezione di segnali DVB-T si effettua con le tradizionali antenne a “rastrello”, tipo Yogi, installate sui tetti.

DVB-T2
Evoluzione del sistema DVB-T, messo a punto per aumentare fino al 50% l’efficienza della trasmissione di flussi digitali su piattaforma terrestre.

DVB, Digital Video Broadcasting
Il termine si riferisce a un consorzio industriale internazionale (DVB Project) dedicato alla standardizzazione dei sistemi di radiodiffusione della TV digitale. Il consorzio coinvolge oltre 200 fra produttori, sviluppatori di software, operatori di rete, emittenti e regolatori ed è impegnato nella progettazione di specifiche tecniche aperte per la TV digitale. Denota altresì una famiglia di tecniche di diffusione standardizzate dal suddetto consorzio, tra cui: DVB-S, DVB-T, DVB-C, DVB-H, DVB-IP, DVB-C2, DVB-S2, DVB-T2 e pubblicate dall’ETSI (European Telecommunications Standards Institute, vedi).

SITO