Glossario

# A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
There are 5 names in this directory beginning with the letter I.
IP, (Internet Protocol), Protocollo Internet
Il termine viene utilizzato per il protocollo universale di trasferimento dell’informazione digitale sotto forma di pacchetti, ognuno dei quali indirizzato singolarmente, attraverso Internet. Il protocollo permette di indirizzare e tracciare i pacchetti di dati su rete perché trasporta gli indirizzi del mittente e del destinatario di ogni pacchetto (gli indirizzi sono composti da 4 byte, una parte dei quali identificano la rete e la restante il nodo all’interno della rete). In particolare, l’indirizzo IP è un codice numerico attribuito ad ogni computer che naviga in Internet, in modo che la sua localizzazione e la sua attività possano essere distinte da quelle di altri.

IPTV (Internet Protocol Television), Protocollo TV via Internet
Sistema che utilizza una connessione internet a banda larga per trasmettere contenuti audio e video in formato digitale. Indica un servizio audiovisivo gestito direttamente dal fornitore di connettività. La veicolazione delle immagini non avviene utilizzando la rete internet pubblica, ma seguendo canali preferenziali, così da poter garantire agli utenti degli standard di qualità minimi che consentono una visione del tutto simile a quella ottenibile sulle piattaforme trasmissive tradizionali terrestri o satellitari. Si distingue dalla Web TV che si basa su un meccanismo di trasmissione che privilegia la rapidità di trasmissione. L'IPTV offre 2 tipologie principali di contenuti: in presa diretta, distribuiti contemporaneamente a più utenti, attraverso protocolli multicast e Video-on-Demand, pre-registrati e resi disponibili a ciascun utente che ne faccia richiesta (unicast).

ISD (Illicit/Illegal Streaming Devices), Dispositivi per lo Streaming Illegale
Lo streaming illecito o illegale è la visione di contenuti senza il permesso del proprietario del copyright con qualsiasi mezzo, non solo tramite dispositivi hardware quali smart TV, laptop o telefoni cellulari. I dispositivi per lo streaming illegale sono scatole fisiche collegate alla TV, o chiavette USB che si collegano alla TV, come ad esempio gli stick Amazon Fire adattati e i box "Kodi" o Android TV: questi dispositivi sono legali se usati per guardare contenuti legittimi e gratuiti, ma divengono illegali una volta adattati per lo streaming di contenuti illeciti, ad esempio programmi TV, film e canali sportivi senza pagare gli abbonamenti appropriati. L'adattamento di un dispositivo di streaming per visualizzare contenuti illeciti di solito richiede il caricamento di estensioni o software aggiuntivi. Lo streaming illegale può anche essere facilitato utilizzando determinate app su smartphone e tablet.

FONTE

ISP (Internet Service Provider), Fornitore di Servizi Internet
Struttura commerciale o società, generalmente di telecomunicazioni, che fornisce accesso a Internet e servizi di trasporto, memorizzazione temporanea e permanente delle informazioni trasmesse nel web agli utenti finali, a fronte della stipula di un contratto di fornitura.

ITU (International Telecommunication Union), Unione Internazionale delle Telecomunicazioni (UIT)
Acronimo inglese dell’Unione Internazionale delle Telecomunicazioni, agenzia dell’ONU che si occupa di definire gli standard internazionali nelle telecomunicazioni e nell’uso delle onde radio. Fondata nel 1865, con sede a Ginevra, è organizzata in tre settori: 1) ITU-R, o Settore radiocomunicazioni, si occupa dell'organizzazione e della ripartizione mondiale delle radiofrequenze e delle orbite dei satelliti di telecomunicazione. 2) ITU-T o Settore standardizzazione: gli standard ITU costituiscono la base delle moderne tecnologie di informazione e di comunicazione. All’interno il Video Coding Experts Group o Visual Coding Experts Group (VCEG) responsabile della standardizzazione degli standard di codifica video H.26x, e della codifica di immagini T.8xx e di tutte le tecnologie correlate; 3) ITU-D, o Settore sviluppo, il cui compito è consentire a tutti gli abitanti del pianeta di comunicare attraverso l'accesso a infrastrutture e ai servizi di informazione e comunicazione. Confindustria Radio Televisioni è “sector member” dell’ITU-R. L’ITU–R organizza ogni 3 o 4 anni la conferenza mondiale delle radiocomunicazioni (World Radiocommunication Conferences - WRC) sulle regolazioni concernenti la radio, e i trattati internazionali sull’utilizzo dello spettro radiofrequenziale e delle orbite satellitari.

SITO